Diminuzione premi polizza R.C.Auto

 

Sogno o realtà ? A questa domanda non so ancora rispondervi, l’unica cosa certa è che i massimi esponenti dell’ ISVAP e dell’ANIA si sono incontrati con il Ministro dello Sviluppo Economico, per vagliare le diverse possibilità di riduzione dei premi polizza R.C. Auto.

L’ISVAP ritiene che esista una reale possibilità di avverare il sogno di molti Italiani. Giancarlo Giannini (Presidente ISVAP) presenta la sua proposta, focalizzandosi su i due punti cardine, in primis manifesta l’intenzione di ridurre i premi polizza di un 15 – 18 % , nel secondo punto  presenta la proposta della realizzazione di un’ Agenzia Antifrode a coordinamento Nazionale.

Oltre al presidente dell’ISVAP all’incontro con Romani, ha partecipato Fabio Cerchiai (Presidente ANIA), il quale, ha messo sul tavolo la sua proposta, che consiste nella possibilità di inserire una franchigia del 3% sulle lesioni micropermanenti, punto sul quale l’ISVAP manifesta il suo disappunto.

La proposta del presidente dell’ANIA da un lato farebbe risparmiare milioni di euro alle Compagnie di assicurazione, in quanto la maggior parte di indennizzi verrebbe supportata dalla franchigia che verrebbe intromessa con la realizzazione del progetto presentato da Cerchiai (presidente ANIA). Tale proposta graverebbe sugli interessi dei consumatori, che si da un lato otterrebbero una riduzione di premio, ma dall’altra si troverebbero a dover pagare una franchigia del 3% su cifre variabili a seconda dell’eventuale danna causato, mentre coloro che lo hanno subito  dovrebbero recuperare parte dell’indennizzo da privati,i quali  potrebbero non avere disponibilità economiche tali da poter risarcire le lesioni cagionate.

ISVAP e ANIA invece concordano su due punti importanti che riguardano gli indennizzi, la prima proposta presentata e supporta da entrambi gli enti è quella di realizzare un’unica tabella di risarcimento per le lesioni macropermanenti, settore dove il Legislatore non è ancora riuscito a porre rimedio, tanto che esistono zone dove le macropermanenti vengono indennizzate più generosamente che in altre.

E’ chiaro però che se la tabellazione  venisse realizzata tenendo conto delle zone dove vengono utilizzati canoni più restrittivi andrebbe a discapito dei consumatori ed agevolerebbe notevolmente le Compagnie di Assicurazione, le quali avrebbero minori uscite ed incrementerebbero notevolmente i loro guadagni.

I presidenti Giannini e Cerchiai si trovano di comune accordo anche sull’indennizzo diretto, punto dove avanzano la proposta di rendere obbligatoria la procedura, puntando sempre verso la riduzione dei premi.

ANIA  ed ISVAP puntano il dito anche sul sistema bonus malus, meccanismo che a parere dell’ISVAP è ancora apportato ad una tipologia di mercato vecchia e che oramai non esiste più e che a breve andrà a penalizzare tutti gli assicurati che hanno tenuto una guida virtuosa. Il progetto è ancora ad uno stadio primordiale e poco definito ma a quanto pare intende anticipare prossimi eventuali cambiamenti nel sistema bonus malus.

Ciò che ci resta da fare è sperare che tali mutamenti portino dei reali vantaggi e che non si abbia un rovescio della medaglia sgradevole, che ci induca in strade dannose per i consumatori.

I.P.

This entry was posted in Assicurazioni, Diminuzione premi polizza R.C.Auto, premi polizza, R.C.A., Responsabilità Civile Auto and tagged , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s